Finanza
Pubblicità

Finanza

Inter, in porto il collocamento del bond. In campo Oaktree

di Carlo Festa

Immagine non disponibile

Edin Dzeko esulta dopo il secondo gol dell’Inter contro il Venezia (AFP)

Chiusa la vendita dell’emissione da 415 milioni per rifinanziare il debito. Il fondo Usa, già finanziatore degli Zhang, rileva una quota

27 gennaio 2022
Pubblicità

2' di lettura

È arrivato in porto il collocamento del bond da 415 milioni di euro da parte dell’Inter. E, tra i sottoscrittori, con una quota, secondo quanto risulta al Sole 24 Ore ci sarebbe Il colosso californiano degli investimenti alternativi Oaktree. L’operazione è stata curata da Goldman Sachs e Rothschild. I 415 milioni del nuovo bond, come spiegato dalla stessa società nerazzurra, serviranno a rifinanziare l'attuale debito: cioè 375 milioni dei bond precedenti che scadevano quest’anno e una linea di finanziamento da 50 milioni fornita da Goldman Sachs e Ubi Banca (ora Intesa Sanpaolo).

L’obbligazione è stata collocata a un tasso del 6,75% rispetto al 4,8% delle emissioni precedenti.

Pubblicità

Tornando ad Oaktree, si stringe quindi sia a livello di holding lussembughese, controllata dagli Zhang, sia a livello di club, il ruolo di principale finanziatore di Oaktree, uno dei grandi investitori del settore con gestioni per 158 miliardi di dollari e sede a Los Angeles.

In base alle indiscrezioni raccolte, non è stato possibile sapere quale fetta del bond Oaktree avrebbe acquisito. In ogni caso la società americana era già uno dei bondholder delle precedenti emissioni (per complessivi 375 milioni) che l’Inter sta rifinanziando.

La stessa Oaktree ha finanziato 275 milioni di euro alla holding lussemburghese della famiglia Zhang, Grand Tower, che a propria volta controlla a catena l’Inter. Di questa somma 75 milioni sono stati già concessi da Grand Tower all’Inter nello scorso giugno per pagare le scadenze di liquidità.

Restano quindi in Lussemburgo 200 milioni di euro. La somma totale (275 milioni) è stata prestata da Oaktree alla famiglia Zhang tramite un finanziamento Pik che prevede la restituzione nel 2024 (con un tasso attorno al 10%) di capitale e interessi cumulati: per complessivi, secondo le indiscrezioni, circa 366 milioni di euro.

Il finanziamento di Oaktree è stato garantito in parte da pegno di azioni su alcuni veicoli e società della famiglia Zhang: come indicato nel prospetto del bond in collocamento in queste ore, da Great Horizon Sarl, Grand Sunshine Sarl, Grand Tower, Inter e International Sports Capital.

Riproduzione riservata ©
Pubblicità
Visualizza su ilsole24ore.com

P.I. 00777910159   Dati societari
© Copyright Il Sole 24 Ore Tutti i diritti riservati
Per la tua pubblicità sul sito: 24 Ore System
Informativa sui cookie  Privacy policy